La morte degli scarafaggi
28.01.2010 | Autore: Giorgia Lauricella | Categoria: Curiosità

Gli insetti che vediamo stecchiti sulla schiena non sono quasi mai morti in condizioni naturali. 
Le quattro o cinque specie di scarafaggi che occupano abusivamente le nostre case sono tropicali, adattate a stare in foreste ricche di detriti, non su superfici lisce e prive di appigli come le piastrelle. Per questo, quando si ritrovano a pancia in su, a volte non sanno come girarsi. 

Killer chimici. Inoltre la maggior parte degli scarafaggi morti che vediamo sono stati uccisi da insetticidi; l’effetto di queste sostanze è di inibire la funzione dell’acetilcolinesterasi, un enzima che regola la trasmissione nervosa. Senza questo enzima, l’insetto ha spasmi muscolari continui che spesso lo fanno capovolgere. Se il controllo dei muscoli scompare, non può tornare sulle sei zampe e quindi muore in quella posizione.

E' giusto fare delle disinfestazioni, ma c'è modo e modo e la Ecodrago lo sa bene, ecco perché stiamo cercando di sensibilizzare le disinfestazioni ecologiche!




Condividi questo articolo su:





Foto:



Multimedia: